Germania-Praga-Alsazia

foto inizialeOgni volta che torniamo da un lungo viaggio come questo, il nostro cuore non batte più come prima, l’anima, la mente e i nostri occhi si sono riempiti di cose belle fatte di esperienze nuove, di luoghi indimenticabili ricchi di storia e di incontri con la nostra gente che ha avuto il coraggio di abbandonare l’Italia per un futuro migliore. I castelli fatati della #Baviera, le case a graticcio dell’Alsazia e della #Romantische strasse, l’affollatissima #Praga, il muro di #Berlino ancora lì per non far dimenticare e per tenere viva la memoria di una storia che non si dovrà ripetere! In più abbiamo teso lo sguardo sul futuro dell’Europa che ha ben rappresentato la visita al Parlamento Europeo a #Strasburgo. Dobbiamo ringraziare il lavoro dei nostri predecessori perché giriamo l’Europa senza dogane, senza cambiare moneta, dando la possibilità di studiare e lavorare ovunque, accrescendo così il senso di appartenenza ad un Europa unita e senza barriere! Nel nostro piccolo dobbiamo dare il nostro contributo, affinché tutto ciò rimanga così per sempre, con il solo obiettivo di migliorare quello che c’e’, ridurre le disparità’ capendo e valorizzando le differenze, per un futuro di pace e serenità per noi e per i nostri figli.

Mappa dell’itinerario 

 

Germania-Olanda-Belgio

20180826_220225

Siamo fuggiti dal caldo terribile di Roma in agosto 2018 per giungere nell’Europa del Nord. Ogni volta che si torna da un viaggio così intenso non si è mai più gli stessi. L’ordine e la pulizia delle strade, le piste ciclabili interminabili, le biciclette accatastate una sopra l’altra, la cultura, la storia, la bellezza dei posti e i semafori per le biciclette ci hanno stregato a tal punto che tornare a Roma ci ha profondamente traumatizzato. Cosa ci rimane di questo viaggio ? Sicuramente  le immense distese di prati verdissimi che si spingono fin oltre la nostra vista senza la minima ombra di qualche collina , le  migliaia di mucche  sazie e soddisfatte che  giacciono beate sull’erba; e poi ci sono i classici mulini e le  casette  con i davanzali pieni di gerani che sembrano uscite da un libro delle favole. Tutto intorno solo silenzio, ordine  e pace. E poi c’è Amsterdam, la multietnica Amsterdam con le sue case storte. La città dei ragazzi, dell’ amore, della vita e della libertà. Romantica e trasgressiva ma sicuramente affascinante.

Zante – Grecia

IMG_20180715_173855

L’Odorosa Zacinto, la Sposa dello Ionio, nota con il nome di Zante, o come la chiamavo i Veneziani che hanno dominato l’isola per tre secoli, Fiore di levante, è l’isola più meridionale dello Ionio.

Lampedusa, un’isola straordinaria. Tutta da conoscere.

 IMG_20170716_092143

Lampedusa (‘mpidusa in dialetto, Lopadusa per gli antichi) è la più grande delle Isole Pelagie, arcipelago formato anche dalla vulcanica e ammaliante Linosa e dall’isolotto disabitato e selvaggio di Lampione.

Spagna del Nord-Portogallo

CollageAbbiamo approfittato di un’offerta della compagnia di navigazione Grimaldi Lines. Siamo partiti il 4 agosto 2017 da Civitavecchia con destinazione Barcellona, passando per Porto Torres. Arrivo previsto a Barcellona alle 20.00; il viaggio è piacevole ma è abbastanza lungo, dura circa 18 ore. Siamo arrivati al porto di Barcellona in orario e ci siamo diretti alla vecchia area di sosta che avevamo conosciuto nel precedente viaggio: Alla scoperta dell’Andalusia (http://www.camperbook.it/2016/11/08/spagna-alla-scoperta-dellandalusia/ ).

Sostare nel parcheggio camper “Area Sosta camper Park and ride besos Eduard Maristany Sant Andria del Besos. Un’area molto comoda perché vicino al centro e collegati con i mezzi pubblici e con le ciclabili.
A Barcellona appena sbarcati faceva un caldo tremendo con un tasso di umidità alle stelle. Abbiamo deciso di andare a fare un giro. La città come al suo solito è stupenda, pulita, ordinata, con tanta gente che girava per le strade. Davanti all’area di sosta c’è la fermata del tram che ti porta direttamente al centro. Noi ci siamo fermati prima , per andare a mangiare la nostra prima paella alla Rambla del Poblenou, una via piena di ristoranti e negozi.

Alla scoperta della Lucania

IMG_20170423_171428Un ponte lungo a disposizione, quello del 25 aprile 2017, ci ha permesso di scoprire posti meravigliosi della Basilicata. Visitata anni prima, ma non completata, la Basilicata offre veramente molto e ogni volta che ci torniamo è una scoperta. Dopo aver visitato i sassi di Matera, 4 anni prima, avevamo desiderio di visitare le cd. “dolomiti lucane”, in particolare Castelmezzano, vicino a Pietrapertosa, paesi sospesi a ridosso di una parete rocciosa, famose per il “volo dell’angelo”.

Alla scoperta della Langhe

IMG-20180401-WA0002 Una splendida Pasqua (2018) trascorsa fra le morbide colline e filari d’uva pettinati e ordinati. Tra antichi castelli e suggestivi borghi. Le Langhe sono la patria del Barolo, del Nebbiolo e del Barabaresco. Vini d’eccellenza, nocciole e tartufo rendono famosa questa terra timida. Il paesaggio è modellato dal sapiente lavoro dei contadini che per secoli hanno lavorato questa fertile terra ai piedi delle Alpi dove l’aria del Mediterraneo penetra da Sud e crea un microclima eccezionale.

Puglia: Polignano a mare e Monopoli

IMG_20170604_074714

Polignano a mare

Siamo letteralmente scappati da casa! Complice un ponte lungo del 2 giugno, la festa della nostra Repubblica e il meteo. Infatti malgrado non fossimo ancora entrati in estate, ci sono circa 27-29 gradi all’ombra! Con un tempo così non si poteva non andare al mare. Lasciati figli e animali a casa, siamo partiti alle 7 di mattina con il camper e siamo arrivati a Polignano alle 14.30.
Era da tanto che volevamo andare a Polignano a mare, sede di tanti set di film ma anche la città natia di Domenico Modugno. Infatti sul lungomare potete trovare una statua dedicata al cantante in sua memoria.

Torino

IMG_20170107_160316Torino è stata una sorpresa, non mi aspettavo una città così  bella da visitare, una città industriale ma anche sempre di più una città d’arte e di cultura. Sono tantissimi i musei cittadini. Noi abbiamo potuto visitare il Museo Egizio, il Museo Nazionale dell’automobile e il Museo del cinema che si trova all’interno della Mole Antonelliana, ma c’è molto altro ancora da vedere di musei, tra cui il Museo Nazionale del Risorgimento. Sarà per la prossima volta!

Venezia

carnevaleApprofittiamo del ponte del 25 aprile 2016 per portare i bambini a Venezia che ci invidia tutto il mondo. I canali d’acqua, le strade di Venezia, sono un labirinto di meraviglie, di calli ombrose, di angoli inaspettati, chiese, campanili, ponticelli. A completare questo dipinto ci sono le isole della laguna, Murano e Burano, una meraviglia che non ha uguali al mondo!